Björk molestata da regista danese: è Lars Von Trier?

By | 16 ottobre 2017

Björk, rivelazione shock: 'Molestata da un regista danese'Lo scandalo sulle molestie sessuali che ha travolto il potente produttore american Harvey Weinstein ha spinto molte donne famose a rivelare le molestie sessuali subite in passato da personaggi famosi. Nei giorni scorsi avevano suscitato scalpore, ad esempio, le parole dell’attrice italiana Asia Argento, che sostiene di essere stata abusata proprio da Weinstein, tanti anni fa. Dopo la Argento, un’altra donna famosa ha annunciato di essere stata violentata in passato. Björk, nota cantante e attrice islandese, ha scritto su Facebook di essere stata molestata da un regista danese. Chi è il cineasta danese che ha violentato Björk? Nessuno può saperlo se non la diretta interessata. Tutti i dubbi, nelle ultime ore, stanno ricadendo su Lars Von Trier. Lui è un regista danese e proprio con lui, nel 2000, la cantante islandese collaborò. All’epoca Von Trier aveva creato l’interessante progetto Dancer in The Dark, a cui Björk prese parte sia in veste di compositrice che attrice. Quel periodo, però, fu spossante per la cantante. Per questo, nonostante il successo e i riconoscimenti ottenuti dalla pellicola, decise di tornare a cantare ed abbandonare la carriera cinematografica.

La versione di Björk

Mentre il mondo intero è scosso dalla vicenda delle molestie sessuali commesse da Harvey Weinstein, Bjork ne approfitta per rendere la sua versione sugli abusi nel mondo del cinema. Anche lei sarebbe stata molestata da un personaggio celebre del grande schermo, da un regista danese. Per molti, la cantante sarebbe stata molestata da Lars von Trier.

Björk ha voluto confessare gli abusi subiti perché teme che tante altre donne, oggi, si trovino nella stessa condizione in cui si trovò lei 17 anni fa. Lo scandalo Weinstein ha indubbiamente spinto l’artista islandese a dire la sua sui presunti abusi nel mondo della cinematografia, sottolineando che lei stessa, anni fa, venne molestata.

Mondo del cinema permette le molestie

Con un post pubblicato su Facebook ieri, 15 ottobre 2017, Bjork ha spiegato di essersi resa conto che è ‘un fatto universale che un regista può toccare e maltrattare le sue attrici a piacimento. E il mondo del cinema lo permette’.

Il regista danese avrebbe cercato di molestare più volte Björk e lei si sarebbe sempre tirata indietro. Il cineasta, stizzito, avrebbe cercato di metterla in cattiva luce davanti al cast, dipingendola con una persona molto ‘difficile’. 

Björk non ha mai fatto il nome del regista danese ma è certo che l’unico cineasta danese con cui finora ha lavorato è proprio il celebre Lars Von Trier. La cantante ha sottolineato che riuscì ad evitare le molestie allontanandosi dal mondo del cinema perché, in fondo, non glien’è mai importato molto del set, essendo la musica la sua vita. Adesso però teme per le tante donne che vogliono ‘sfondare’ in quell’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *