Arte e cultura

Gianni Boncompagni è morto: geniale autore e regista della tv italiana

Ieri, 16 aprile 2017, è morto Gianni Boncompagni, un geniale autore e regista, nonché protagonista indiscusso della storia della televisione italiana. Gianni contribuì al successo di molti volti noti del mondo della tv e del cinema, Ambra Angiolini in primis. Uno dei ‘pilastri’ della televisione italiana si è spento proprio il giorno di Pasqua, mentre tutti festeggiavano. Una fine intuibile, visto che lui è stato un rivoluzionario, dentro e fuori dalla tv.

Domani verrà allestita la camera ardente a Roma

La triste notizia del decesso di Gianni Boncompagni è stata diffusa dalle figlie Paola, Claudia e Barbara, che hanno ricordato il grande talento del ‘padre indimenticabile’. Domani, 18 aprile 2017, verrà aperta al pubblico la camera ardente presso la sede Rai di via Asiago 10, a Roma. La funesta notizia ha gettato nello sconforto molti amici e colleghi di Boncompagni. Pippo Baudo ha detto di aver perso un grande amico; Magalli, invece, ha sottolineato l’estro del grande autore e regista: ‘E’ sempre stato molto avanti rispetto a tutti. E’ stato sempre un inventore, un creatore di cose belle’.

Il motivo del decesso?

Gianni ha lasciato questo mondo a 84 anni. I familiari non hanno rivelato la ragione del decesso ma si vocifera che l’autore soffrisse da tempo di un tumore che, pian piano, lo stava logorando. La stanchezza e i malesseri, però, non hanno mai piegato Boncompagni, che ha continuato a lavorare fino alla fine come paroliere e autore di brani. Nato ad Arezzo nel 1932 da padre militare e madre casalinga, Gianni visse molto tempo in Svezia. Proprio in tale nazione conobbe colei che diventò sua moglie e da cui ebbe tre figlie. A un certo punto, la donna decise di lasciarlo. Il giovane Gianni, allora, chiese la patria potestà delle figlie e, dopo averla ottenuta, si trasferì nel Belpaese con Claudia, Barbara e Paola. Pian piano, Boncompagni si fece conoscere in Rai, riscuotendo molto successo insieme al suo amico e collega Renzo Arbore. Una carriera piena di soddisfazioni e riconoscimenti quella di Gianni Boncompagni, e se oggi molti artisti sono ricchi e famosi lo devono anche a lui.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.