News

Dustin Hoffman molestò una 17enne: l’accusa di Anna Graham Hunter

Dustin Hoffman accusato di molestie dalla HunterUn altro ‘mostro sacro’ del cinema hollywoodiano messo alla berlina da una donna. Dopo lo scandalo Weinstein molte donne hanno iniziato a ‘sbandierare’ gli abusi subiti da personaggi famosi e potenti. Stavolta è il turno di Dustin Hoffman, straordinario attore, regista americano e produttore cinematografico americano. Anna Graham Hunter ha rivelato di essere stata molestata da Dustin quando aveva 17 anni. Erano gli anni ’80. La donna ha detto che l’attore, oggi ottantenne, proferì termini volgari sul set del film per la tv ‘Death of a Salesman’. ‘Mi chiese di fargli un massaggio con i piedi già in occasione del primo giorno sul set. Io obbedii’, ha rivelato Anna durante un’intervista all’Hollywood Reporter. La donna ha anche detto che l’attore, quando le parlava, le toccava spesso il lato b. Un giorno l’aveva fatta anche piangere per le parole indecorose che le aveva detto. Non si sarebbe mai aspettata parole del genere da un attore di un certo calibro.

‘Era un vecchio sporco’

La Hunter descrisse con dovizia di particolari il trattamento ricevuto da Dustin Hoffman sul set, durante la lavorazione del film. Tutto è stato messo nero su bianco. Il diario ora è nelle mani della sorella di Anna. ‘Oggi, quando mi trovavo vicino alla sua limousine, mi aveva toccato il fondoschiena. Io gli ho detto che era un vecchio sporco’, ha scritto l’attrice.

Tempi bui, per Anna, quelli della lavorazione di ‘Death of Salesman’. Un membro dell’entourage di Hoffman avrebbe detto alla 17enne di dover accantonare i suoi valori per il bene della produzione; insomma, la giovane doveva sottostare alle voglie di Dustin.

‘Adesso a 49 anni capisco che le azioni di Dustin Hoffman fanno parte di un quadro più grande di brutte esperienze vissute da tantissime donne ad Hollywood e in altre parti. Era un predatore ed io ero una bambina. Quelle erano molestie sessuali…’, ha aggiunto la 49enne.

Le scuse di Dustin Hoffman

La rivelazione della Hunter ha provocato un forte scossone ad Hollywood, visto che Dustin Hoffman è uno degli attori e registi più popolari, ricchi e influenti al mondo. Quelle parole hanno colpito anche l’interprete di ‘Kramer contro Kramer’, che si è subito scusato.

‘Ho il massimo rispetto per le donne e mi sento triste quando penso che il mio comportamento possa aver generato sconforto e dolore in una donna. Mi dispiace. Tutto ciò non riflette chi sono’, ha detto Hoffman.

Il celebre attore americano è balzato spesso agli onori delle cronache per il suo strambo comportamento, decisamente fuori le righe, sul set. Suscitarono scalpore gli schiaffoni forti dati a Meryl Streep sul set di ‘Kramer contro Kramer’. Botte, a detta di Hoffman, per migliorare la performance dell’attrice in una scena drammatica.

Sembra che il mondo di Hollywood sia popolato da molestatori seriali. Dopo Harvey Weinstein, sono finiti sulla graticola mediatica anche attori e registi del calibro di Kevin Spacey, Brett Ratner e James Toback. Ora è il turno di Dustin Hoffman.

I poliziotti di Beverly Hills hanno dichiarato di aver aperto un’indagine penale nei confronti di Weinstein e Toback. Il primo è già indagato per molestie e stupri dalla Polizia londinese, newyorkese e losangelina.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.