I duetti più belli della musica italiana

By | 28 febbraio 2014

8 grandi duetti della musica italiana

Rivediamo in questo articolo alcuni fra i più bei duetti della musica italiana che abbiamo avuto il piacere di ascoltare duettidurante gli anni. Non si tratta di una classifica ma di una lista non ordinata di grandi canzoni che sono riuscite a regalarci emozioni e che ancora oggi capita di ascoltare alla radio o di vedere in tv in qualche video clip. Purtroppo, alcuni dei cantanti qui omaggiati non sono più fra noi, mentre altri non hanno più collaborato in successivi duetti. Per i fan dei cartoni animati invece cliccando sul link c’è la possibilità di riascoltare i duetti Disney

Aleandro Baldi, Francesca Alotta – Non Amarmi

Nel 1992 Aleandro Baldi e Francesca Alotta vincono il festival di Sanremo nella categoria nuove proposte con il brano Non amarmi, scritto dallo stesso Baldi insieme a Bigazzi e Falagiani, che esprime il desiderio di un non vedente di essere amato per ciò che è e non per pena o compassione suscitati dal proprio handicap. Il brano è molto personale e sentito: Aleandro Baldi infatti è cieco. Questo duetto sarà poi riproposto negli anni da moltissime star anche internazionali, fra cui Jennifer Lopez.

Mina, Adriano Celentano – Acqua e sale

Se partecipate a una serata di Karaoke e nessuno fra i presenti si cimenta in Acqua e Sale di Mina e Celentano, iniziate a preoccuparvi, perché quella potrebbe non essere una reale serata di Karaoke ma la copertura di una qualche attività illecita. Acqua e sale è un duetto che si adatta tantissimo alle atmosfere da bar/karaoke e che negli anni è stato amichevolmente vilipeso da ugole non proprio sopraffini. Il brano è stato scritto dagli Audio 2 e fa parte dell’album Mina Celentano, che vede il connubio fra la cantante e il molleggiato. Due voci e due stili diverse ma che si intrecciano alla perfezione per dar vita ad alcuni fra i più bei duetti italiani di sempre.

Fausto Leali, Anna Oxa – Ti lascerò

Nel 1989 vince l’edizione di Sanremo il brano Ti lascerò, uno struggente duetto fra Fausto Leali e Anna Oxa, ancora oggi ascoltatissimo da tutti coloro che vivono storie d’amore tormentate e sofferte e vogliono farsi del male. In questo singolo si canta l’amore più grande e puro, talmente viscerale da svincolarsi dal concetto di appartenenza che è tipico del sentimento totalizzante. Fra gli autori del testo, oltre a Fausto Leali, leggiamo il nome di Franco Fasano, autore della sigla del cartone animato Calimero e di altre celebri sigle dei cartoni.

Amedeo Minghi, Mietta – Vattene amore

Siamo sempre a Sanremo(eh, quelli si erano tempi!), a un anno dal successo di Oxa e Leali con Ti Lascerò ascoltiamo un altro celebre duetto, quello per il brano Vattene amore (per gli amici “trottolino amoroso”) eseguito da Minghi e Mietta. In quella occasione il popolo sanremese premiò gli Uomini Soli dei Pooh, ma in quanto a vendite nel 1990 avranno ragione Minghi e Mietta.
Anche questa zuccherosissima canzone si presta molto ad essere cantata al karaoke, con acuti che manderanno di traverso i vostri mojito. Il brano è un dialogo fra due innamorati che separati dalla distanza vedono l’altro in ogni più impensabile angolo cittadino, si riempono di nomignoli discutibili e paragonano il loro sentimento di volta in volta a un gattino innaffiato o un gattone arruffato. Non è nella hit parade delle canzoni che preferisco, ma Vattene amore resta pur sempre un duetto molto godibile e ho pensato fosse giusto inserirlo.

Andrea Bocelli, Giorgia – Vivo per lei

Cantato per la prima volta nel 1995 dagli Onde Radio Ovest nel 1995, questo brano è forse più conosciuto nella versione di Andrea Bocelli e Giorgia. Neppure loro ebbero un successo di vendite nell’immediato, e i due interpreti dovranno attendere un po’ prima di vedere riconosciuti i meriti di questo singolo dedicato alla musica. Oggi “Vivo per lei” è uno fra i duetti italiani più celebri nel mondo, in quanto Andrea Bocelli l’ha eseguito anche con altre partners internazionali, ed è un must ad ogni Karaoke.

Mia Martini, Roberto Murolo – Cu’mme

Nel 1993 Mia Martini e Roberto Murolo eseguono insieme un duetto scritto apposta per gli 80 anni di Murolo da Enzo Gragnaniello, dal titolo Cu’mme.
Si tratta di una fra le canzoni napoletane più amate scritte in anni recenti, che ha riscosso i consensi anche di chi non è un appassionato del genere. La voce di Mia Martini per la quale gli aggettivi risulterebbero superflui, si amalgama spontaneamente con quella di Murolo, meno potente da un punto di vista prettamente vocale, ma in grado di comunicare forse anche a un abitante di Upolu la passione del popolo campano.

Gino Paoli e Amanda Sandrelli, La bella e la bestia

Gino Paoli e la figlia Amanda Sandrelli, minorenne all’epoca della pubblicazione del brano, eseguono questo duetto inserito nel lungometraggio d’animazione Disney la Bella e la Bestia. Nella versione originale il brano fu cantato da Celine Dion e Peabo Bryson per le musiche di Alan Menken.

Mina, Adriano Celentano – Brivido Felino

Chiudiamo questa panoramica di duetti italiani famosi con Mina e Celentano, si sempre loro, con un altro singolo estratto dal già citato album Mina Celentano. Brivido Felino è un brano meno dinamico di Acqua e Sale, ma carico di una forte sensualità che si avverte musicalmente e nel testo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *