News

Maria Elena Boschi senza veli per attirare elettori Pd: il Fatto colpisce ancora

Fatto Quotidiano pubblica vignetta sulla BoschiIl Fatto Quotidiano torna a colpire il Pd con una vignetta particolare, mordace, che vede protagonista Maria Elena Boschi, la tanto discussa Boschi. Il vignettista Natangelo ha saputo sintetizzare perfettamente, col suo disegno, l’elenco di quelli che vorrebbero accordarsi con il M5S, pubblicato sul sito www.senzadime.it. Una vignetta che sottolinea l’atmosfera agitata al Nazareno, dove c’è chi vorrebbe fare un Governo con Di Maio e chi, come Matteo Renzi, esclude qualsiasi partnership con il MoVimento.

Travaglio fa satira nei confronti del Pd, di nuovo

‘Vuoi scoprire i nomi dei traditori di Matteo Renzi? Clicca qui’, recita il claim, corredato dall’immagine di una donna senza veli, che ricorda tanto la Boschi, che sorride e fa cenno d’intesa.

Il tabloid diretto da Marco Travaglio ha nuovamente preso di mira la signora Boschi, donna vicina all’ex premier Matteo Renzi. Il simbolo del ‘renzismo’ è stato messo alla berlina dal Fatto Quotidiano mediante un’arguta vignetta.

Endorsement del Secolo d’Italia alla Boschi

A difendere la Boschi è arrivato a sorpresa il tabloid ‘Il Secolo d’Italia’, giornale notoriamente a destra, che dopo aver descritto alla perfezione la vignetta e dopo aver ricordato quella pubblicata lo scorso 16 dicembre 2017, si è chiesto: ‘Femministe, movimenti rosa, grilline indignate per le battute di Berlusconi sulle donne, dove siete?’.

La vignetta pubblicata l’anno scorso dal Fatto, quella che vedeva sempre protagonista la Boschi, mostrava l’ex ministra in 4 pose alquanto succinte. Nelle vicinanze c’era il ‘cosciometro’, ossia la misura della gamba scoperta. Più l’arto era scoperto e maggiore erano le difficoltà politiche del Pd. Ovviamente tutto ciò era satira, come aveva sottolineato il direttore Travaglio.

La didascalia che corredava la vignetta su Maria Elena Boschi dello scorso 16 dicembre recitava: ‘Utile strumento che, misurando l’altezza della gonna, permette di capire a che livello di difficoltà è la Boschi’.

Tali parole avevano irritato l’ex ministra renziana, che aveva detto: ‘Mi attaccano in quanto donna’. Travaglio aveva replicato richiamando il suo diritto alla satira. A distanza di qualche mese, il Fatto è tornato alla carica: i bersagli sono sempre il Pd e la Boschi.

Maria Elena Boschi ritratta da Mannelli

Nel 2016 il Pd aveva criticato il Fatto per una vignetta di Mannelli che ritraeva la ministra Boschi seduta, con un abito corto che lasciava intravedere le cosce, e la seguente dicitura: ‘Riforme. Lo stato delle cos (c)e’. Tale vignetta aveva fatto indispettire il componente della Commissione di Vigilanza Michele Anzaldi che, ai microfoni dell’Huffington Post, aveva esclamato: ‘È un attacco sessista. Per chi legge spesso il Fatto, questi sono attacchi quotidiani e che vanno avanti da parecchio tempo’.

Anzaldi aveva spiegato che criticare un ministro non per le sue convinzioni politiche ma per il suo aspetto era uno ‘scivolone che questa società non si può permettere’.

A demonizzare la caricatura pubblicata dal Fatto nel 2016 era stata anche Valeria Fedeli, la celebre ministra dell’Istruzione senza laurea: ‘Adesso anche la satira politica scade nel sessismo? Eravamo abituati a una funzione importante, utile ed irrinunciabile della satira politica, anche di quella più graffiante e cattiva. Ora non abbiamo nessuna intenzione di abituarci al suo scadere in un becero sessismo e, di conseguenza, alla sua inutilità’.

La Fedeli aveva poi aggiunto che quando la satira politica si declina in sessismo e volgarità non fa ridere, anzi mette in disagio.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.