Ortoressia: smania insidiosa di mangiare sano

By | 16 aprile 2016

Voglia irrefrenabile di mangiare sanoBisogna fare esercizio fisico e mangiare cibi sani per vivere meglio e in salute, ma ci sono persone ossessionate dal cibo sano, ovvero vittime dell’ortoressia. Attenzione perché la mania per gli alimenti sani è un vero disturbo alimentare!

 

loading...

 

Sembrerà strano ma il 15% delle persone che soffrono di disturbi alimentari è vittima dell’ortoressia, che affligge specialmente gli uomini. Questo disturbo alimentare, poco conosciuto in Italia, può avere conseguenze gravi, addirittura letali. Lo sa bene Veronica, una 17enne che aveva problemi di peso e che ha perso 20 kg in 6 mesi. Tanti chili persi in poco tempo grazie al cibo sano e allo sport. Veronica, però, è diventata ossessionata dal cibo sano e, alla fine, è finita in ospedale. In realtà, la mania della 17enne è anche conseguenza di alcune problematiche della vita: era stata bocciata a scuola, non aveva amici e Marco, quel ragazzo che le piaceva tanto, la scherniva. Insomma, Veronica doveva affrontare ogni giorno i tipici problemi adolescenziali. I genitori non le davano certamente una mano, esortandola a non incaponirsi per quel ragazzo scansafatiche. A un certo punto, la 17enne ha deciso di cambiare vita, di mutare il suo aspetto, e si è detta:

“Devo diventare forte fisicamente e moralmente per superare questa situazione”.

Veronica ha iniziato a fare molto sport, mangiando cibi sani, privi di olio di palma, grassi, additivi e coloranti vari. Niente carne. Per mesi la ragazza ha mangiato solo frutta e verdura, ovviamente provenienti da agricoltura biologica. Questo stile di vita sembrerebbe salutare, invece per Veronica si è rivelato deleterio perché è stato preso troppo sul serio. E’ diventato una vera fissazione, una di quelle che non ti fanno vivere bene, che ti tormentano giorno e notte. L’unico pensiero di Veronica, a un certo punto, era fare sport giorno e notte e mangiare solo frutta e verdura biologica. Alla fine dell’anno scorso, però, Veronica si è sentita male, il suo corpo ha ceduto, ed è stata subito ricoverata. I medici riscontrano complicanze metaboliche gravi. Non solo i sanitari, però, si sono messi al servizio di Veronica; anche gli psicologi e gli psicoterapeuti hanno giocato un ruolo importante nel percorso che ha portato alla guarigione della ragazza. Sara Bertelli ed Eva Cislaghi, entrambe psicoterapeute, hanno detto:

“Da allora, con la garanzia di ricevere indicazioni molto precise, Veronica si è incanalata lungo la via della ripresa e, anche se continua a consultare internet, inizia a mettere in discussione quello che legge. Abbiamo sfruttato la sua rigidità in senso inverso. E il fatto che qualcuno faccia qualcosa per lei la sta portando verso il miglioramento”.

Veronica, per fortuna, è riuscita quasi a sconfiggere l’ortoressia e quel disagio esistenziale che la mortificava giorno e notte: ha ripreso qualche chilo ed è tornata ad essere entusiasta della vita, anche se ancora non ha dimenticato Marco. Lo dimenticherà perché Veronica merita una persona diversa, sensibile e buona.

Sull’ortoressia, ovvero la spasmodica voglia di mangiare sano, la Bertelli e la Cislaghi hanno affermato:

“Normalmente l’esordio è un evento invalidante, come una storia d’amore finita male, un lutto, la separazione dai genitori, la malattia. Si sente che la vita sfugge dal controllo e si cerca di recuperare il controllo in altri modi, monitorando aspetti della quotidianità che non c’entrano nulla con la causa scatenante, ma che si possono orientare con più facilità”.

Non bisogna farsi sopraffare dalla smania di mangiare sano. Ricordiamoci sempre che ogni dipendenza va allontanata, anche quella dall’esercizio fisico e dal consumo di alimenti sani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *