Renzi rottama Equitalia e Checco Zalone

By | 15 ottobre 2016

Nuovi concorsi pubblici in arrivo e l’abolizione di Equitalia, Renzi è fermo nel suo intento

 

Renzi adesso si mette a rottamare anche Checco Zalone e la sua concezione degli impiegati pubblici. Il premier ha annunciato che a breve verrà chiusa la legge di Stabilità. L’ex sindaco di Firenze ha detto che ci saranno nuovi concorsi pubblici e la chiusura di Equitalia

loading...

Renzi: “C’è fame di lavoro”

Riferendosi agli impiegati pubblici, Matteo Renzi sulla necessità dell’onore del servizio. In sostanza, per il premier è necessaria la fiducia nella Pubblica amministrazione. Ogni dipendente pubblico deve essere onorato di svolgere tale mansioni. In sostanza, per Renzi deve essere “rottamata la filosofia Checco Zaloniana”. Ha parlato molto il premier durante un suo intervento all’Anci, a Bari, informando che prossimamente verranno indetti molti concorsi pubblici. Il presidente del Consiglio auspica l’arrivo di almeno 10.000 nuove unità tra gli infermieri, medici e forze dell’ordine. Soffermandosi sulla Pubblica amministrazione, Renzi ha asserito che bisogna cambiare la mentalità dei dipendenti pubblici, una mentalità ‘zaloniana’. Il premier ha sottolineato la necessità di nuovi concorsi perché “c’è fame di lavoro”.

Condividiamo le parole di Renzi sui concorsi pubblici che, in questi ultimi anni, sono stati pochissimi. Il problema è che in Italia le procedure selettive devono essere assolutamente trasparenti per evitare episodi di nepotismo e favoritismi. Ecco, i concorsi pubblici devono fondarsi sulla meritocrazia,

Equitalia va eliminata

Il presidente del Consiglio ha ribadito la sua intenzione di rottamare anche Equitalia. L’ente è destinato dunque a scomparire; al suo posto qualcosa di simile ma basato su un nuovo modello, più umano, di interazione tra Pubblica amministrazione e cittadino. Un altro punto su cui Renzi, a Bari, si è soffermato è stato quello degli investimenti che, negli ultimi anni, sono calati vistosamente. Il premier ha ricordato che si è passati da 40 miliardi a 20 miliardi di euro in pochi anni. I sindaci italiani non devono poi disperare: il premier ha assicurato che tutti i progetti sulle periferie presentati dai primi cittadini verranno finanziati entro il 2017.

A partire dal prossimo anno, dunque, Equitalia andrà in pensione. Verrà estinto un ente che ha provocato tante vittime negli ultimi anni. Vi starete domandando, adesso, chi si occuperà di riscuotere le cartelle di pagamento. Beh, non preoccupatevi perché la Pubblica amministrazione, mediante il nuovo ente Equientrate, provvederà a compiere tale ‘fastidiosa’ operazione. Tra un mese circa, tutti i contribuenti, o meglio quelli che hanno debiti con la Pubblica amministrazione, riceveranno un sms che li avvertirà del pagamento da compiere, onde evitare il pignoramento dei beni. Il premier ha spiegato che il nuovo ente addetto alla riscossione dei tributi cercherà di ‘dialogare’ coi cittadini, aiutandoli a risolvere le loro problematiche. Quindi tutto sarà fondato sul dialogo tra Fisco e contribuenti. Speriamo che non si tratti degli ennesimi proclami non seguiti dai fatti.

Obama riceverà Renzi alla Casa Bianca martedì prossimo

Renzi è stato chiaro a Bari: in Italia c’è ‘fame di lavoro’, quindi prossimamente verranno indetti molti concorsi pubblici nell’ambito sanitario, nella Pubblica amministrazione e nelle forze dell’ordine. In arrivo, dunque, nuovi impiegati, medici, infermieri e poliziotti.

Dopo la tappa a Bari, Renzi e la moglie, Agnese Landini si preparano a recarsi negli Usa. La Casa Bianca, infatti, ha già ufficializzato l’incontro di martedì prossimo tra Obama e il premier italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *