Silvio Berlusconi fervido sostenitore del ‘no’ al referendum del 4 dicembre

By | 15 ottobre 2016

Deve riposarsi a causa del recente intervento al cuore, ma Silvio Berlusconi ribadisce il suo ‘no’ alla riforma costituzionale targata Renzi

 

Sulla strada del ‘no’ al prossimo referendum costituzionale anche Silvio Berlusconi. Il leader di Forza Italia ha sottolineato che bisogna dire ‘no’ alla riforma targata Renzi.

Silvio Berlusconi auspica elezione diretta del Capo dello Stato

Sono tante le persone comuni e i politici che non vogliono modificare la Costituzione e non accettano le riforme targate Renzi, tra cui Silvio Berlusconi. Il numero uno di Forza Italia ha esortato i suoi a mobilitarsi per far comprendere agli italiani le ragioni per cui il ‘no’ al referendum di dicembre è la scelta giusta. Una nota diffusa da Forza Italia nelle ultime ore sottolinea che il partito capitanato da Silvio Berlusconi ha in mente una riforma diversa da quella presentata dal premier Renzi, che non muta niente sul versante dei risparmi e dell’efficienza ma è antidemocratica perché conferisce più poteri a una sola persona e a un solo partito.

Silvio Berlusconi ha ribadito che il suo progetto è diverso nettamente da quello del premier Renzi: innanzitutto non vuole ridurre ma dimezzare il numero dei parlamentari, e poi, tra l’altro, auspica l’elezione diretta del presidente della Repubblica. Il leader di Forza Italia, inoltre, ha sottolineato che il premier dovrebbe riflettere sull’eventuale vittoria dei ‘no’ al prossimo referendum, visto che la sua azione politica è basata su tale progetto. Berlusconi, dunque, ha voluto far intendere che se al referendum del 4 dicembre vinceranno i ‘no’ Renzi dovrebbe dimettersi.

Il Cavaliere, senza remore, ha dichiarato che se il progetto di riforma costituzionale architettato da Matteo Renzi e dai suoi collaboratori fosse realmente utile alla nazione e agli italiani verrebbe appoggiato anche da Forza Italia. Il problema è che non è così. Berlusconi non nega che il voto del 4 dicembre sarà un voto sul Governo e il premier.

Silvio Berlusconi sta per gettare la spugna?

Secondo molti, Silvio Berlusconi sta per gettare la spugna; altri invece sostengono che l’ex premier è un leone. Vero è che Forza Italia non sta conducendo plateali campagne contro il ‘no’. Nel ’94 Silvio si sarebbe comportato diversamente. Berlusconi ha avuto vari problemi di salute negli ultimi tempi e sia i familiari che i fedelissimi lo invitano a riposarsi. Lo stesso Confalonieri, grande amico del Cavaliere, ha affermato di auspicare un ritiro di Silvio dalla politica per il suo bene. Berlusconi ha bisogno di riposare, di lasciarsi alle spalle quel mondo della politica che lo ha reso popolarissimo, in Italia e all’estero.

Le dichiarazioni delle ultime ore di Silvio Berlusconi, comunque, avranno crucciato Renzi, che sperava di ottenere anche consensi degli elettori di destra. L’apertura del premier alla realizzazione del Ponte sullo stretto di Messina non è stato un caso. L’ex sindaco di Firenze ha affermato, senza vergognarsi, che il referendum del 4 dicembre “si vince a destra”. Tale affermazione ha fatto irritare anche molti dem, come Gianni Cuperlo, secondo cui non è giusto sperare nei voti della destra perché ciò non fa altro che allargare la spaccatura nel Pd.

Una cosa è certa: Berlusconi voterà ‘no’ al prossimo referendum sulle riforme ma non potrà condurre la campagna referendaria per il ‘no’ perché necessita di assoluto riposo. Ultimamente, lo ricordiamo, l’ex premier è stato sottoposto a un delicato intervento al cuore negli Stati Uniti; impossibile, perciò, partecipare a comizi e programmi televisivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.