Tac più potente al mondo arriva ad Ancona: scansioni rapide

By | 29 dicembre 2017

Tac potente AnconaE’ arrivata in Italia la Tac più potente al mondo. La Somatom Force è approdata negli Ospedali Riuniti di Ancona. La struttura sanitaria marchigiana è la prima, in Italia, ad essere dotata del potente macchinario. Cona la Somatom Force le scansioni vengono effettuate in un attimo. Vediamo i tempi più in dettaglio: ci vuole un secondo per la scansione di tutto il corpo di un bimbo; mentre ce ne vogliono cinque per scansione del corpo di un adulto. Con la Tac più potente al mondo viene usato solo un quinto del classico mezzo di contrasto.

Dose radiogena limitata

Michele Caporossi, direttore generale degli Ospedali Riuniti di Ancona, ha spiegato, durante la presentazione dell’apparecchio, che le operazioni verranno eseguite rapidamente e con una limitata dose radiogena.

Alla presentazione della Tac più potente del mondo hanno partecipato anche Sauro Longhi, rettore dell’Università Politecnica, e Luca Ceriscioli, governatore della Regione Marche.

La Somatom Force è stata costruita dalla Siemens. Un’altra, prodotta dalla General Electric, verrà presto consegnata al Pronto soccorso del nosocomio di Ancona. Il macchinario dovrebbe arrivare tra un paio di mesi.

Sanità marchigiana migliora

Il presidente Ceriscioli è orgoglioso dell’arrivo nella sua regione della Tac più potente del mondo. ‘Soldi ben spesi’, ha spiegato. La Regione collabora così con altre aziende ed enti per offrire ai cittadini un servizio sempre migliore.

Caporossi, in occasione della presentazione della Somatom Force, ha sottolineato che la macchina funziona con una minima dose radiogena. Ciò significa che gli effetti collaterali sono lievi.

Molti pazienti che devono sottoporsi alla Tac temono il mezzo di contrasto. In realtà la paura è infondata perché, sebbene il liquido provochi una sensazione di calore, l’esame non procura alcun tipo di dolore. A volte, però, il liquido di contrasto può cagionare reazioni allergiche. Ecco, tutto ciò con la portentosa macchina arrivata negli Ospedali Riuniti di Ancona sarà solo un lontano ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.