Tassa sui rifiuti: come ottenere lo sconto

By | 6 ottobre 2017

Sono davvero tante le spese che ogni mese deve sostenere una famiglia tra spesa al supermercato, bollette di casa e tasse, per cui per alleggerire il portafoglio dei consumatori ecco come ottenere lo sconto sulla tassa sui rifiuti
È infatti possibile ottenere una riduzione sulla Tari, qualora il servizio sia inefficiente o se il punto di raccolta è troppo lontano dalla propria abitazione. Riduzione, che corrisponde all’80% nel primo caso e al 60% nel secondo. Tutti i dettagli …

La Tari, tassa sui rifiuti

La Tari, la tassa sui rifiuti, deve essere versata da chiunque utilizza o possiede uno spazio, che produce rifiuti urbani.
Una tassa, sovente pagata malvolentieri in quanto spesso corrisponde ad una scarsa o inefficiente gestione del servizio reso, come testimoniano ad esempio l’eccessiva lontananza del punto di raccolta dalla propria abitazione, oppure i cassonetti strabordanti di rifiuti.
Due circostanze che forse non tutti sanno, rappresentano di fatto, un’ottima motivazione per chiedere una riduzione dell’imposta allo Stato, come chiariscono alcune sentenze e la Cassazione in una recente pronuncia, come dal sito “laleggepertutti“.

Quando e come chiedere lo sconto sulla tari

Qualora il cassonetto si trovi infatti eccessivamente lontano dalla propria abitazione, il contribuente ha di fatto diritto ad una riduzione dell’imposta della Tari fino al 60%, previa valutazione del caso, da parte del Comune, sull’effettiva distanza dal centro di raccolta.
Un ennesimo caso che può comportare poi una riduzione della Tari riguarda il mancato svolgimento del servizio rifiuti nei quartieri della città o in intere zone, per un periodo di tempo prolungato. In tal caso si ha diritto ad una riduzione della tassa sui rifiuti dell’80%.
Sconto a cui, secondo la cassazione il cittadino ha diritto anche qualora il responsabile dell’emergenza rifiuti non sia l’amministrazione comunale stessa; sebbene per accedervi è comunque necessario che il malfunzionamento del servizio si sia protratto nel tempo e che da questo possa generare un pericolo per la salute, dimostrabile con un certificato della Asl.

Come ottenere lo sconto

Dal lato pratico infine, per ottenere lo sconto sulla Tari, l’interessato deve presentare una domanda in carta libera o tramite il modulo, che è scaricabile direttamente online, sul sito del proprio comune di residenza.
Non ci sono termini massimi di consegna per la domanda e la richiesta può essere fatta di persona, direttamente all’ufficio, tramite raccomandata a.r. o tramite posta certificata; ma per l’accettazione del documento è importante che il cittadino chiarisca bene la motivazione della richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *