Internet

Truffa iPhone: sms supporto Apple è tranello

Apple, truffa iPhone: occhio agli sms sospettiGli utenti Apple sono finiti ancora una volta nel mirino dei truffatori. Rischiano grosso, in particolare, gli utenti britannici 

 

 

Sembra che diversi possessori di iPhone che vivono in Inghilterra abbiano ricevuto un messaggio da un mittente che si finge il servizio di supporto di Apple che chiede di visitare un sito web per modificare le proprie credenziali di accesso all’account Apple. Attenzione perché si tratta di una truffa bella e buona. Se vi capita di ricevere un sms da un servizio che si spaccia come supporto Apple, che vi sollecita a visitare un sito per inserire il vostro ID Apple e la password, siate molto cauti e non cliccate i link perché è un tranello per carpire i vostri dati. Conoscere ID e password, infatti, consente di accedere a un account Apple. Non fornite i vostri dati di accesso a nessuno, neanche a chi, sul web, si presenta come il servizio di supporto Apple; il rischio truffa, infatti, è  elevato. Messaggi che esortano a modificare i dati per accedere all’account Apple per evitare la cancellazione del profilo  sono delle mere truffe, visto che l’ID Apple non scade mai.

Chi, per sbaglio, visita il sito indicato dal fittizio supporto Apple e fornisce i propri dati per l’accesso all’account Apple non fa altro che fornire i dati a personaggi loschi e infingardi che si approprieranno di dati personali come il numero del passaporto e quello della carta di credito. Il colosso di Cupertino non ha ancora rilasciato commenti sulla vicenda, limitandosi a sottolineare che il supporto non contatta mai i clienti mediante sms e non chiede, inoltre, di fornire dati personali. Sulla pagina ufficiale del supporto Apple si legge:

“Come regola generale, mai inviare informazioni della carta di credito, le password degli account o altre informazioni personali in una e-mail, a meno che non si verifica che il destinatario è chi dice di essere”.

Apple ha ricordato che tale tipologia di truffe non avviene solo mediante sms ma anche con e-mail. Mittenti che si fingono big dell’hi-tech e del web, come Google e PayPal, chiedono ai destinatari di fornire dati personali per accedere ai loro account. Si tratta di un fenomeno che viene solitamente denominato “phishing”. Stare alla larga, dunque, da tutti quegli sms o e-mail con cui gli utenti vengono avvisati del fatto che uno o più account relativi a diversi servizi sono stati compromessi: si tratta di truffe belle e buone. Non cliccare mai i link contenuti in tali ‘messaggi-esche’. Ricordarsi sempre di controllare il mittente del messaggio: in tal modo si evita di ritrovarsi in spiacevoli situazioni. C’è una nuova minaccia, dunque, per i possessori di iPhone. Attenzione al messaggio-truffa che vi chiede di condividere i vostri dati personali per accedere all’account Apple. Come detto, non si deve cliccare il link presente nel messaggio. L’unico gesto da compiere in tali casi è cancellare il messaggio di testo o l’e-mail. Già lo scorso novembre molti utenti Apple hanno ricevuto un messaggio truffa con cui malintenzionati avevano cercato di indurre a cliccare su un modulo di cancellazione falso, in fondo alla e-mail.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.