Alicia Silverstone senza veli per la Peta

By | 23 novembre 2016

Sono tante le star che si battono in difesa dei diritti degli animali. Tra queste c’è anche l’attrice Alicia Silverstone, che quest’anno ha deciso di fare la testimonial della nuova campagna Peta (People for the Ethical Treatment of Animals). La Peta è una delle più grandi organizzazioni mondiali in difesa dei diritti degli animali. Nel corso degli anni, molti personaggi famosi hanno voluto fare da testimonial, come Paul McCartney, Brian Adams ed Elisabetta Canalis.

Alicia Silverstone è una vegana convinta

Stavolta la Peta ha scelto Alicia Silverstone come testimonial per la difesa degli animali. L’attrice 40enne ha posato senza veli in un bosco. L’immagine la mostra con una maschera di pecora in matto. Lo scatto è accompagnato dalla seguente dicitura, che poi non è altro che il motto della Peta di quest’anno: ‘Preferirei rimanere nuda che indossare della lana’. La Silverstone è una fervente sostenitrice dei diritti degli animali, nonché fervida vegana. Nel 2004 la Peta la elesse ‘vegetariana più sexy’. Ancora una volta, dunque, Alicia si è schierata in difesa degli animali, nello specifico degli ovini. L’attrice ha dichiarato che le pecore sono spesso maltrattate e deturpate affinché la loro lana venga usata per produrre maglioni, sciarpe ed altri indumenti.

La Silverstone non è stata la sola star sexy a mostrarsi ‘senza veli’ per la Peta. In passato hanno posato senza vestiti attrici e showgirl del calibro di Khloe Kardashian, Elisabetta Canalis e Pamela Anderson.

Pecore torturate per la lana

Stavolta Alicia Silverstone si è messa a nudo per protestare contro l’utilizzo della lana nella moda. Il video, diventato virale nell’arco di poche ore, mostra la bionda e sensuale attrice in un prato. E’ ben visibile il suo lato b. Alicia ha ricordato che le pecore vengono generalmente torturate per la lana, sfatando così il mito della ‘tosatura dolce’. Nel 2008 la 40enne ha rivelato di essere vegetariana, invitando la gente a non consumare più la carne. Lei si sente meglio, più energica, senza la carne.

Sul web ci sono molti video, tra cui quelli diffusi dalla Peta, che dimostrano le crudeltà a cui vengono sottoposte le pecore quando vengono tosate. Un filmato, ripreso in un allevamento australiano, ha scosso il mondo intero perché mostra tanti ovini presi a calci e pugni, e poi torturati dagli operatori. A diffondere tale filmato è stata la Peta, maggiore organizzazione americana in difesa degli animali. Sembra che le pecore vengano torturate per questioni di tempo: di solito gli operatori australiani vengono pagati in base al volume di lana raccolta, quindi devono sbrigarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.