Salute

Allenamento palestra: ecco come dovrebbe essere

La prima volta che entriamo in palestra e facciamo conoscenza con il personal trainer quest’ultimo valuterà tutte le nostre esigenze per poi stilare una scheda allenamento e farci ottenere i risultati sperati. In qualche circostanza sarà utile affiancare agli esercizi i migliori integratori per palestra; in altre circostanze basterà solo tanta buona costanza. Ma alla base di tutto ci vuole un buon allenamento. Ecco come farlo in base alle caratteristiche della persona e alle richieste.

Allenamento palestra: come si fa una scheda

Nel momento in cui decidiamo di frequentare la palestra avremo una scheda allenamento a cui attenerci per cercare di raggiungere gli effetti sperati.

I tipi di esercizi che il personal trainer potrebbe affidarci sono una moltitudine, e cambiano a seconda del programma di allenamento che ci è stato affidato (per il dimagrimento è prevista una serie, per il body building un’altra, per la massa muscolare altra e così via).

Coloro che si occupano di stilare la lista sono ben consapevole delle differenze esistenti, perché lo studiano durante la fase preparativa: non tutti i clienti sono uguali e non tutti avranno le medesime esigenze. Ecco dunque che la scheda allenamento va adattata secondo un elenco di esercizi che possano portare la persona in questione a notare miglioramenti. Il trainer deve studiare la situazione attuale e selezionare la serie che più possa agevolare l’andamento dei clienti, con esercitazioni e circuiti commisurati anche all’apporto nutrizionale

Per questo motivo non va bene fare di testa propria ma bisogna fidarsi della scelta fatta dal trainer, perché l’esperienza e la formazione gli hanno insegnato cosa sia giusto o sbagliato per la nostra situazione.

I principianti e l’allenamento palestra

Per chi arriva la prima volta in palestra prima di prefissarsi come obiettivo quello di ottenere esiti positivi sul fisico, deve imparare a svolgere gli esercizi in maniera corretta. Quindi via l’imbarazzo e farsi sempre affiancare dal trainer per mostrargli se abbiamo davvero capito le modalità di eseguire gli esercizi.

Comunque sia una delle regole per non sbagliare è quella di non rifiutarsi di eseguire esercizi su macchinari, perché in questo modo avremo una giusta idea delle corrette posizioni per sensibilizzare i muscoli. Niente paura se all’inizio sbaglieremo, la cosa importante è seguire le correzioni e i suggerimenti del trainer.

Inizialmente avremo una serie di esercizi non troppo drastica di cui in particolare dovremo rispettare le pause. Se i primi giorni non dovessimo riuscire a completare tutte le serie non dobbiamo disperarci, in fondo sono i primi giorni che facciamo esercizio, e quindi i muscoli stanno tentando un risveglio attraverso cui poi imparare a sopportare l’affaticamento delle due tre ore di allenamento.

Ovviamente questo discorso non vale per coloro che hanno una resistenza quotidiana differente, come coloro che fanno sollevamento peso o body building. Loro sono quasi dei professionisti che hanno già intrapreso delle strade differenti e che ad oggi hanno ottenuto una forza fisica tale da seguire un circuito di esercizi che è sì faticoso ma che per loro è come bere un bicchiere d’acqua.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.