Salute

Ansia e depressione: sempre più i giovani colpiti

Ansia e depressione stanno diventando, ahimè, le migliori amiche dei giovani. E la cosa non scaturisce dalla crisi economica lavorativa o sociale. Questo almeno è quanto emerge da una serie di studi condotti in America.

Pare che da 50-70 anni a questa parte ci sia stato un aumento di giovani ansiosi e depressione, soprattutto in una fascia d’età compresa tra i 14 e i 19 anni. Un aumento che ha portato a molti casi di disturbi ansioso-depressivi.

Ansia e depressione: lo studio

A guidare lo studio è stata una docente di psicologia, Jean Twenge, alla San Diego State University, che sa più di 25 anni si occupa di osservare il benessere delle diverse fasce generazionali. Sulla base di un paio di studi condotti e pubblicati nel 2010 sono stati messe a confronto fasce della medesima età appartenenti a periodi differenti. In questo modo la ricercatrice ha notato come il benessere mentale sia in brusco calo fino a raggiungere una drastica conseguenza sulla psicologia degli individui.

Il problema non è legato strettamente ai problemi presenti oggi nella società, quanto piuttosto i modi di concepire e percepire il mondo da parte dei giovani.

Da cosa dipendono ansia e depressione nei giovani?

Problemi psicologici come l’ansia e la depressione, secondo la ricercatrice, sono correlate in particolare dalla mancanza di controllo che le persone avvertono sull’andamento della propria vita.

Chi ha molto pugno fermo e tanta tenacia vince questa concezione debole e ha meno probabilità di ammalarsi di depressione, viceversa chi si convince del contrario ne rimane terribilmente impantanato.

Gli ultimi dieci anni, pur essendo la società progredita, in campo scientifico, medico tecnologico e culturale, hanno visto un calo reattivo da parte dei giovani, i quali credono di avere meno potere sulla loro vita rispetto alle scorse generazioni.

 

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.