Chirurgia refrattiva: quanto costa davvero

By | 5 luglio 2018

La chirurgia refrattiva è una parte della chirurgia che ha come scopo la correzione di alcuni difetti visivi, nello specifico i cosiddetti vizi refrattivi quali la miopia, l’astigmatismo e l’ipermetropia. Per farlo occorrono un mix di tecniche chirurgiche che consentono il raggiungimento di ottimi esiti. Negli ultimi trent’anni, la chirurgia refrattiva ha compiuto degli enormi passi in avanti e le tecniche chirurgiche sono in continua modifica evolutiva.

Chirurgia refrattiva: le tecniche

Le tecniche per il rimodellamento corneale sono:

  • cheratectomia fotorefrattiva (LASEK, PRK)
  • laser in situ cheratomileusi (LASIK)
  • cheratoplastica termica LASER (LTK)
  • cheratotomia refrattiva foto astigmatica (PARK)
  • anelli intrastromali periferici

Viceversa, le tecniche che occorrono per la refrazione sono:

  • lenti per fachici in camera anteriore (ormai in disuso)
  • lenti a supporto irideo periferico in camera anteriore
  • lenti intraoculari (IOL) da camera posteriore rigide e morbide.
  • Chirurgia refrattiva e difetti refrattivi (ametropie)

Chirurgia refrattiva, i costi

La domanda che ci si pone spesso è se la chirurgia Refrattiva sia o meno un buon investimento economico. Di sicuro tra i grossi vantaggi della Chirurgia Refrattiva ci sta il risparmio economico.

Questo  fattore in primis parte dalla riduzione delle spese periodiche per comprare nuovi occhiali e lenti a contatto. In un primo momento una situazione del genere potrebbe essere un dato non molto rilevante per chi ha un difetto visivo, senza contare però che si spende in un lasso di tempo di 5 anni l’equivalente del costo di un intervento di Chirurgia Refrattiva. Dunque chirurgia refrattiva è cara? Qual’è il costo operazione laser occhi?

Un intervento correttivo è in grado quindi di farci vivere notevole libertà, autonomia ed indipendenza. Oltretutto è pure più economico nel tempo di altre più antipatiche e scomode soluzioni alternative quali gli occhiali o le lenti a contatto.

Dunque se la Chirurgia Refrattiva può essere a primo impatto una spesa impegnativa, risulta nel tempo già dopo circa 5 anni, una spesa che porta dei vantaggi. Allo scadere dei 5 anni dall’intervento oltre che a poter ancora godere maggiormente della vostra vista, si sarà raggiunto un alto grado di libertà ed autonomia. In questo modo si potrà anche essere sicuri che ci sta un alto tasso di risparmio economico.

Se si vuole eseguire un paragone con un modello più realistico di spesa si può considerare la spesa che un portatore di occhiali o lenti a contatto affronta nel corso della sua vita in virtù delle diverse necessità e delle diverse etá. In tal modo sarà palese in maniera ancora più evidente il gran bel vantaggio economico.

Category: Salute

About Pamela Tela

Scrivo news giornaliere scegliendo quelle più interessanti per i lettori, amante del cinema e dei libri. Mi piace leggere e a volte anche correre :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.