Spettacolo

Cimitero vivente

Cimitero vivente, recensione

Cimitero vivente è un film del 1989 tratto dal romanzo di Stephen King “Pet sematary”.  La regia della pellicola è di Mary Lambert, regista statunitense già nota al grande pubblico per aver legato il suo nome ad alcuni fra i più celebri video della cantante Madonna. Sebbene il genere sia totalmente una novità nel suo curriculum, l’esordio nel cinema horror è comunque fra i più promettenti: a distanza di 25 anni dalla sua uscita nelle sale cimitero vivente è ormai un “cult” per tutti gli amanti del genere.
L’autore Stephen King, che ha anche curato la sceneggiatura della pellicola, svolge un cameo di pochi secondi nelle vesti di un prete. Cimitero vivente è, con le sue suggestioni inquietanti e la trama avvincente e ben strutturata, è un film assolutamente consigliato a tutti gli appassionati di cinema horror.

La trama

Louis Creed si trasferisce con la sua famiglia in una piccola cittadina del Maine per prestare servizio come medico presso l’ospedale locale. La villetta che acquista sorge nei pressi del vecchio cimitero indiano degli animali, un luogo dove stando ai racconti dei suoi vicini gli animali sepolti tornerebbero in vita.
Dopo qualche giorno di pace dal suo arrivo cominceranno a verificarsi alcuni episodi inquietanti, visioni e incubi spaventosamente reali che culmineranno con la morte del gatto di casa. Lousi Creed prende la decisione di seppellirlo nel cimitero indiano degli animali…

Link ufficiale IMDB

http://www.imdb.com/title/tt0098084/

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.