Denti danneggiati da certe bevande: evitare energy drink

By | 26 febbraio 2018

denti-erosione-bevandeCerte bevande non fanno bene ai denti, anzi, secondo un recente studio, condotto su oltre 300 volontari, sono deleterie. Per non danneggiare i denti si dovrebbero evitare bibite lievemente acide com l’acqua aromatizzata e i tè aromatizzati alla frutta. Dannose anche le bevande zuccherate e light, i liquori e i succhi di frutta. Il rischio di erosione dentale, se si sorseggiano bibite del genere, aumenterebbe fino a 11 volte. Lo smalto, dunque, verrebbe seriamente compromesso.

Acidità più pericolosa dello zucchero

I ricercatori del famoso King’s College di Londra, diretti da Saoirse O’Toole, hanno scoperto che determinate bibite non si dovrebbero sorseggiare lentamente e lontano dai pasti. La masticazione, infatti, favorisce la produzione di saliva e, dunque, combatte l’acidità delle bevande. Sembrerà strano ma l’acidità delle bevande e degli alimenti è più pericolosa dello zucchero. L’acidità, insieme a fattori come l’inquinamento e lo stile di vita, favorisce l’erosione dentale.

L’equipe di studiosi inglesi ha appurato che bere lentamente sostanze acidule, come l’acqua aromatizzata, può veramente compromettere la dentatura. Il rischio aumenta notevolmente se si beve lontano dai pasti.

Come evitare l’erosione dentale?

Russ Ladwa, presidente della British Dental Association, afferma che esistono varie modalità per evitare l’erosione dei denti, come ridurre l’assunzione di bibite acidule e, se possibile, usare una cannuccia. Con questo oggetto infatti si riduce il contatto tra bevanda e denti. Ricordarsi poi di usare collutori e dentifrici al fluoro.

Quando si cerca di fare una scelta più sana per la bocca, si tende a prediligere, ad esempio, il succo di frutta alla soda. Recenti studi hanno dimostrato però che i succhi di frutta non sono molto meglio delle bevande zuccherate. Anche questi tipi di bevande infatti favoriscono l’erosione dentale, fattorie che porta carie ed altri problemi.

Una ricerca condotta 3 anni fa ha dimostrato che una grossa fetta di persone, nel mondo, accusa un’erosione dentale. Se vengono consumate spesso bevande come succhi di frutta, acqua frizzante aromatizzata e bibite gassate, i denti possono essere danneggiati, anche seriamente. Questo perché i responsabili dell’erosione dentale sono gli acidi e lo zucchero.

Saliva cancella acidità

La carie colpisce a causa di una tipologia di batteri. Più zucchero viene consumato e maggiore sarà la produzione di acidi, che col passar del tempo creano cavità nei denti. Quando si assume qualcosa di zuccherino o acido, lo smalto perde un po’ dei suoi minerali. La saliva cerca di cancellare l’acidità, ma quando si introducono spesso nella bocca cibi o bevande acide c’è poco da fare: la bocca non riesce a ‘ripararsi’.

‘Le cavità si formano quando i batteri nella bocca si mescolano con lo zucchero, causando la decomposizione. L’erosione si verifica quando le sostanze chimiche eliminano il minerale dai denti. La gravità dell’erosione è molto più che decadenza. L’erosione colpisce tutti i denti in una volta, come puoi immaginare il fluido acido scorre attraverso l’intera bocca’, ha spiegato il dottor Mohamed Bassiouny, docente di odontoiatria restaurativa presso la Temple University.

Uno studio condotto un decennio fa ha dimostrato che le bevande energetiche e le bevande per gli sportivi, come la Red Bull e la Gatorade, erodono lo smalto più dei succhi alla frutta e della soda. Gli studiosi, per arrivare a tale conclusione, avevano immerso denti umani, precedentemente estratti, in diversi liquidi per 25 ore.

‘Le bevande energetiche possono essere piuttosto acide di solito perché c’è un’aggiunta di acido citrico… È importante leggere l’etichetta e vedere se è stato aggiunto l’acido citrico’, ha spiegato il dottor Clark Stanford, esperto dell’Università dell’Iowa, College of Dentistry.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.