Dieta detox per depurarsi dopo le abbuffate natalizie

By | 30 dicembre 2017

Dieta detox dimagrire Capodanno NataleUn regime alimentare detox non serve solo a perdere peso ma anche a migliorare la condizione degli organi dopo le abbuffate natalizie e di Capodanno. Non bisogna dimenticare, infatti, che reni, fegato ed altri organi devono eliminare le tossine accumulatesi nell’organismo. Tra Natale, Capodanno e la Befana si assumono tante calorie, quindi diversi chili. Gran parte delle persone, dopo le festività, non riescono a perdere tutti i chili presi perché non seguono il regime alimentare giusto.

 

Dieta detox: quando iniziarla?

Quando iniziare una dieta detox? I giorni perfetti sarebbero quelli compresi tra il 2 e il 5 gennaio. Un regime alimentare purificante reca molti benefici al corpo e allontana disturbi come sonnolenza, mal di testa e spossatezza.

In che cosa consiste la dieta detox? Tale stile alimentare è tra i più semplici da seguire perché consiste nel bere molta acqua e consumare tanta frutta e verdura. Largo poi a centrifughe e tisane.

L’obiettivo è favorire la diuresi, quindi l’espulsione delle tossine accumulate durante le abbuffate natalizie e di Capodanno.

In soli 3 giorni si possono eliminare, grazie alla dieta detox, tutte le tossine e i chili in più presi a Natale e Capodanno. 3 giorni per riacquistare la forma fisica perduta.

C’è chi è contrario alla dieta detox

C’è chi è favorevole ed adora la dieta detox, e chi la detesta, anzi dice che è insidiosa. Tra i contrari a tale alimentazione ci sono anche i medici.

Nei mesi scorsi, alcuni dottori del Milton Keynes Hospital (Regno Unito) avevano bollato come ‘pericolosa e inefficace’ la dieta detox.

Gli esperti britannici avevano ricordato il caso di una donna 47enne finita in ospedale dopo aver bevuto troppa acqua e tanti intrugli a base di erbe. Prima del ricovero, la signora aveva avuto crisi epilettiche ed era svenuta. I medici le avevano riscontrato livelli molto bassi di sodio nell’organismo.

‘I prodotti naturali non sono privi di effetti collaterali’, avevano spiegato i dottori inglesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.