Dieta e metabolismo, la pancetta dipende dai batteri intestinali

By | 4 giugno 2018

Cristina Menni, scienziata italiana, ha scoperto che l’adipe sull’addome non dipende solo dalla dieta, dall’esercizio fisico o dal metabolismo, bensì anche dai batteri intestinali: il grasso in eccesso non dipende dall’alimentazione, bensì dall’iterazione con ciò che si mangia e il microbiota.

Metabolismo e microbiota, la relazione

Cristina Menni è il nome della scienziata italiana che ha fatto una importante scoperta riguardo la pancia gonfia, il grasso addominale e la loro relazione con la dieta e il metabolismo. Pare che il grasso addominale in eccesso non dipenda solamente da un’alimentazione scorretta, bensì anche dalla presenza del microbiota nella pancia, ovvero la tipologia di batteri intestinali. La scienziata che lavora nel Regno Unito, al King’s College di Londra, sta indagando sul ruolo che l’intestino svolge nell’elaborazione e nella distribuzione del grasso. Gli scienziati del team hanno analizzato il metaboloma fecale di 500 coppie di gemelli per costruire un quadro di come l’intestino governi questi processi e distribuisca il grasso. Si chiama  metaboloma fecale l’insieme di sostanze chimiche prodotte dai microbi intestinali nelle feci. Ovviamente, il gruppo di ricerca sta valutato anche l’eventuale influenza di fattori genetici e ambientali.

Dieta e grasso pancia, l’intestino è protagonista

L’analisi dei campioni di feci ha permesso di individuare i biomarcatori legati all’accumulo di grasso intorno alla vita. Si è scoperto che sono delle molecole prodotte da microbi, la cui iterazione con dei cibi specifici favorirebbe l’accumulo di adipe e la pancetta. Questo significa che si possono apportare importanti modifiche al modo in cui l’intestino di una persona possa elaborare e distribuire nuovamente il grasso, studiando i processi intestinali ed elaborando delle diete personalizzate sulla flora batterica. Lo studio inglese, ma di stampo italiano, ha permesso di creare il primo database in cui si sono associati i microbi ai metaboliti chimici intestinali. Questo potrà aiutare gli esperti a capire come i batteri dell’intestino possano influenzare la salute umana.

Trattamenti dietetici in base al metaboloma fecale

Il grasso addominale è associato allo sviluppo di condizioni quali il diabete di tipo 2, le malattie cardiache e l’obesità. Le sostanze chimiche prodotte da certi microbi porterebbero allo sviluppo del grasso intorno alla vita. Inoltre, si potrebbero studiare trattamenti personalizzati contro le obesità e le altre malattie croniche entro dieci anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.