Epilessia e lavoro: pazienti possono condurre una vita normale?

By | 12 febbraio 2018

epilessia-la-vita-sociale-e-lavorativa-dei-pazientiOggi, 12 febbraio 2018, è la giornata internazionale per l’epilessia, ovvero un momento importante per riflettere su una patologia neurologica che bersaglia la corteccia cerebrale. L’epilessia si manifesta con brevi crisi epilettiche e può insorgere sia per fattori genetici che danni cerebrali o gravi patologie, come ictus, tumori e malattie infettive. Il paziente generalmente può essere vittima di crisi convulsive o non convulsive: le prime sono le più conosciute perché connotate da perdita di coscienza (di breve durata), bava alla bocca, scosse e intorpidimento. Le crisi convulsive possono durare da pochi secondi a qualche minuto. Il paziente, dopo la crisi, può restare incosciente per un po’ o dormire per diverse ore.

Le avvisaglie delle crisi epilettiche

Chi soffre di epilessia pian piano impara a riconoscere le avvisaglie delle crisi, quindi adotta una strategia per affrontarle. Il paziente deve, in primis, recarsi in un luogo sicuro per evitare di farsi male. Nel momento in cui perde coscienza, infatti, potrebbe cadere. La crisi convulsiva è anticipata solitamente da malesseri come dolore allo stomaco, cardiopalmo, letargia e nausea.

loading...

Quando una persona riesce a scoprire che, di lì a poco, verrà colpita da una crisi convulsiva dovrebbe sospendere qualsiasi attività e cercare un posto comodo dove adagiarsi per evitare rovinose cadute. Chi è alla guida di un veicolo, ad esempio, dovrebbe assolutamente fermarsi. Successivamente, l’epilettico può tornare a svolgere tutte le normali attività quotidiane. La vita lavorativa e sociale degli epilettici, dunque, è normale? In prima battuta possiamo rispondere affermativamente.

Le donne epilettiche possono affrontare una gravidanza?

Le persone che soffrono di epilessia possono lavorare ed avere una vita sociale assolutamente normale. Certo, sarebbe meglio che evitassero determinate attività e sport, come le immersioni subacquee e il paracadutismo. Gli esperti raccomandano agli epilettici di dormire bene e il giusto. Le donne che soffrono di epilessia, inoltre, possono restare incinte, partorire e allattare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *