Gli italiani e il gioco online

By | 7 agosto 2018

Dopo uno studio effettuato dal Politecnico di Milano, sono emersi gli esiti della Ricerca dell’Osservatorio Gioco Online portata avanti nel 2017-2018. Lo studio, dal titolo “Tutele e strumenti per un gioco sempre più sostenibile” aveva come scopo quello di dare una descrizione attenta del mondo del gioco, per provare a dare un valore al mercato circa quelli che sono la Spesa, gli Introiti per lo Stato, ma anche i Giocatori attivi, Conti di gioco, e chi più ne ha più ne metta.

Umberto Bertelé, presidente dell’Osservatorio del Politecnico di Milano ha affermato sulla base dello studio che “Lo sforzo dello Stato negli ultimi anni è stato volto a rendere i giochi sempre più controllati e trasparenti. La presenza dell’Osservatorio è fondamentale per analizzate l’evoluzione di mercati digitali come quello del gioco online”.

Secondo la ricerca l’Italia vanta oltre due milioni di giocatori online, per la maggior parte uomini, di età media e che vivono al Centro-Sud. Per la precisione il giocatore medio di sesso maschile ha un’ età compresa tra i 25 e i 44 anni, di stampo meridionale (su una media di due giocatori su tre).

Il mondo virtuale rappresenta il 7,2% del mercato del gioco: nel 2017 i giocatori hanno speso in un anno circa 1,38 miliardi. La crescita di tale settore all’interno del mercato ha avuto un aumento del 34% rispetto al 2016, incidendo oltre il 7,2% rispetto al valore totale dell’ambito gioco (online e offline).

I giocatori online attivi  risultano ad oggi 2,2 milioni e quasi 4 milioni hanno aperto un conto sulle piattaforme AAMS.

Lo sviluppo del gambling si è avuto in particolare grazie al mobile, che ad oggi ha un valore di oltre 354 milioni di euro. Stando allo studio, una partita su 4 si gioca attraverso un dispositivo mobile. Le piattaforme che mettono a disposizione una vasta gamma di giochi online sta crescendo a dismisura e vanta uno standard di clientela degno di menzione: categoria questa che si diverte con la massima Voglia di Vincere giochi casinò.

Lo studio ha poi messo in evidenzia che lo standard di gioco e degli utenti è commisurato all’aumento dei mezzi a tutela dei giocatori.

I ricercatori hanno spiegato che la crescita cammina di pari passo con la sicurezza che le piattaforme e i siti riservano ai loro clienti. In qualunque ambito, ma in particolare nella sfera digitale è importante che il cliente si senta al sicuro. Qualsiasi azione da parte dei casino ha lo scopo di dare al cliente un appoggio sicuro. Si lavora costantemente per tutelare il giocatori, il che porta molti a fidarsi.

Le più importanti evoluzioni a livello normativo del 2018 concernono il Registro Unico delle Autoesclusioni (Rua), in lavorazione da parte degli enti preposti. Una simile iniziativa consentirà ai giocatori che richiederanno l’autoesclusione, di essere allontanati in concomitanza da ogni sito di gioco. In questo modo non sarà permesso ai giocatori di aprire o di usare conti di gioco collegandosi ad altri operatori e sarà data piena disposizione pure in via preventiva.

Un ulteriore mezzo che influisce sullo sviluppo complessivo del mercato, è il recupero di flussi di gioco irregolari, che fanno parte di tutto il circuito legale e che ad oggi sono finito sotto il diretto controllo dell’Agenzia Dogane e Monopoli.

Questo sia usando l’accesso di player internazionali nel circuito “.it” che tramite il passaggio di giocatori italiani che in altri momenti avevano praticato in modo continuo e smoderato su siti non dotati di licenza.

Category: Giochi

About Pamela Tela

Scrivo news giornaliere scegliendo quelle più interessanti per i lettori, amante del cinema e dei libri. Mi piace leggere e a volte anche correre :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.