Salute

Glutei alla brasiliana: la Gran Bretagna vieta il lifting pericoloso

La Gran Bretagna ha detto stop a interventi di lifting per avere glutei alla brasiliana: se si inciampa in medici non esperti del tipo di operazione, le ripercussioni sulla salute potrebbero essere letali.

A volere il blocco è proprio la British Association of Aesthetic Plastic Surgeons, dopo che una donna è morta una seconda donna nell’anno per essersi sottoposta a questo intervento. In sostanza, si prelevano delle cellule del tessuto adiposo da un’altra parte del corpo, dove ce n’è di più, per iniettare massa grassa nei glutei, e in un secondo momento modellarli dal momento che la maggior parte di quel grasso sarà riassorbito.

Glutei alla brasiliana: operazione chirurgica pericolosa

Secondo i chirurgi britannici, se il grasso finisse all’interno delle vene più grandi, potrebbe giunge fino al cuore o al cervello causando delle embolie.

Il tasso di mortalità è troppo alto rispetto ad altri tipi di intervento estetico. Anzi secondo uno studio pubblicato sull’Aesthetic Surgery Journal, condotto su 639 medici in tutto il mondo, pare che 32 morti siano legate a questo tipo di lifting.

Ecco dunque che secondo gli esperti “Per questo l’associazione ha emanato questa raccomandazione, chiedendo ai membri di astenersi dalla procedura nel Regno Unito, almeno finché non ci saranno nuovi dati“.

Quali rischi si corrono con il lifting per i glutei alla brasiliana

Oltre ai pericoli legati ai possibili emboli formati di grasso, secondo il comunicato dell’associazione, l’operazione è pericolosa anche per l’alta percentuale di infezioni batteriche che si possono contrarre (considerate anch’esse una complicanza dell’intervento).

Di entrambe le donne morte in Gran Bretagna, sottolinea la Bbc, la prima si era sottoposta ad intervento in Turchia, mentre sulla seconda è tutt’ora in corso un’inchiesta.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.