Perché lo sbadiglio è contagioso? Nessun legame col sonno

By | 2 settembre 2017
loading...

Sbadiglio Contagioso: Ecco i MotiviSe osservare una persona che sbadiglia fa sbadigliare anche voi non dovete sentirvi in colpa perché, secondo recenti studi, circa il 70% delle persone al mondo sbadiglia quando vede sbadigliare. Basta anche vedere una persona in foto. Per molto tempo, gli studiosi avevano creduto che lo sbadiglio fosse una sorta di precursore del sonno; invece una recente ricerca ha smentito ciò, evidenziando che non c’è un legame con la sonno, piuttosto lo sbadiglio è un indicatore della personalità. Perché allora sbadigliare è così contagioso? Una cosa è certa: non solo gli esseri umani compiono tale gesto, ma anche diversi animali, come ippopotami, serpenti, maiali e cani. Alcuni studiosi sostengono che fare sbadigli sia un segno di empatia, un po’ come quando si vede una persona che piange o ride. Osservare un soggetto che sorride rende allegri o no?

Bimbi affetti da autismo non sbadigliano quasi mai

Un team di studiosi dell’Università del Connecticut notò, nel 2010, che i bimbi iniziavano a sbadigliare dal quarto anno in poi perché a partire da tale età iniziano a formarsi le capacità di empatia. Gli studiosi  si resero anche conto che la voglia di sbagliare interviene raramente, o quasi mai, nei bambini affetti da autismo. Questo perché è ridotta la loro abilità di provare empatia.

Secondo una sperimentazione svolta un paio di anni fa, invece, gli psicopatici sbagliano poco o mai. Tale supposizione, comunque, dovrà essere confermata da altri studi. L’autore principale dello studio, Brian Rundle, aveva argomentato: ‘Quello che abbiamo scoperto ci dice che sussiste una connessione neurologica tra psicopatia e sbadiglio. Questo è un buon punto di partenza per porci nuove domande’.

Una forma di comunicazione inconscia?

Un’altra teoria dello sbadiglio sostiene che tale gesto non è altro che una forma arcaica di comunicazione inconscia che aiutò i nostri avi a schivare i pericoli e sopravvivere a mille insidie. Dopo aver messo alcuni pappagalli in luogo molto caldo, un’equipe di ricercatori aveva notato che i volatili avevano iniziato a sbadigliare molto. Ciò, probabilmente, perché volevano avvertire i simili della presenza di una minaccia.

Alcuni studiosi, infine, associano gli sbadigli all’età: più si è giovani e più si è inclini a sbadigliare. A 328 persone è stato fatto vedere un video di 3 minuti che mostra soggetti che sbadigliano. Ecco il risultato: l’82% degli under 25 ha assunto lo stesso comportamento. Una percentuale più alta degli under 50. Questo perché, secondo i ricercatori, quando si è anziani si fa meno caso all’atteggiamento degli altri. In soldoni, per le persone attempate gli sbadigli non sarebbero contagiosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *