Pirozzi, candidato alla Regione Lazio che loda il Duce

By | 14 gennaio 2018

Pirozzi e le cose buone fatte dal DuceSergio Pirozzi, sindaco di Amatrice e candidato alla presidenza della Regione Lazio, ha reso alcune dichiarazioni che hanno sollevato un vespaio di polemiche. Nel corso di un’intervista rilasciata a Klaus Davi, per la trasmissione ‘Klaus Condicio’, il primo cittadino di Amatrice ha detto: ‘Credo che le opere pubbliche realizzate durante il fascismo siano state una cosa positiva per il paese. Mentre tra le cose sicuramente brutte colloco le leggi razziali… Per quello che riguarda infrastrutture, politiche sociali, una visione del Paese, il Duce secondo me ha fatto grandi cose. Ma l’aver aderito alle sciagurate leggi razziali e aver fatto entrare l’Italia in guerra al fianco di Hitler è stata una cosa sciagurata’.

loading...

Pirozzi non è mai stato a Predappio

Sembra che il candidato alla Regione Lazio e attuale sindaco di Amatrice abbia le idee chiare sulle cose buone e meno buone fatte dal Duce. Nonostante ciò, Pirozzi non si è mai recato a Predappio, paese natio di Mussolini: ‘A Predappio in pellegrinaggio non ci sono mai stato. Semmai andrei dal Papa e a a Lourdes , dove in effetti sono stato . I pellegrinaggi si fanno nei luoghi dove ci sono i santi. Io sono un cattolico’.

L’incontro con Berlusconi

Riguardo alla sua corsa alla presidenza della Regione Lazio, il primo cittadino di Amatrice asserisce che nessuna legge statale lo ostacola: ‘Per fortuna viviamo in una democrazia. Se Berlusconi mi chiamasse ad Arcore ci andrei e se mi chiedesse personalmente di non candidarmi gli direi in faccia che non rinuncio, che non cambio idea. Non sono una persona che gioca con certe cose. Sono coerente’.

Sembra che venerdì scorso Pirozzi e Berlusconi si siano incontrati. Quest’ultimo avrebbe chiesto al sindaco di Amatrice di rinunciare alle Regionali ed optare per un collegio per le nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *