News

Vene varicose eliminate con rimedio indolore e non invasivo

Vene varicose rimosse con metodo indoloreL’estate è una splendida stagione, purtroppo è quella che porta a scoprire di più il nostro corpo e, quindi, a mettere in evidenza eventuali imperfezioni fisiche. Tra gli inestetismi più diffusi tra le donne, specialmente quelle over 30, ci sono le vene varicose. Gli esperti sostengono che le vene varicose non rappresentano solo un difetto fisico ma qualcosa che, se non trattato, potrebbe seriamente compromettere la salute delle gambe. Non appena appaiono i primi sintomi, dunque, sarebbe bene intervenire. Il rischio maggiore è quello di ritrovarsi grosse e dolorose piaghe sulle gambe, tra l’altro difficilmente eliminabili. L’esperto Massimo Danese, operante presso l’Azienda ospedaliera ‘San Giovanni Addolorata’ di Roma, ha detto al riguardo: ‘Quella delle vene varicose è una malattia che colpisce soprattutto le donne, e in particolare le pazienti dai 30 anni in su, specialmente quelle che hanno già avuto una gravidanza. E il problema peggiora naturalmente quanto più passano gli anni, soprattutto per le pazienti dai 60 anni in su’.

Non sottovalutare i sintomi delle vene varicose

Le vene varicose si fanno sentire maggiormente nelle donne over 60. Tante anziane non devono sottovalutare avvisaglie come gonfiore delle gambe, macchie sulla pelle e lesioni, più o meno grandi, sulle gambe. In presenza di questi ed altri sintomi, dunque, le donne dovrebbero subito recarsi da uno specialista per farsi seguire ed evitare problematiche gravi. Le vene varicose, dunque, non sono solamente inestetismi ma dei veri disturbi in grado di favorire l’insorgenza di malattie gravi. I trattamenti per rimuovere le vene varicose sono sempre stati alquanto invasivi. Recentemente, un team di studiosi della Yale University ha ideato un metodo non invasivo e indolore. Il professor Danese ha spiegato che l’innovativo metodo di ablazione endoluminale meccanico chimica scoperto dai ricercatori del Connecticut è indolore e, per questo, il paziente non viene anestetizzato: ‘E’ una tecnica nuova che non implica l’uso dell’anestesia, a differenza delle altre principali tecniche endoluminali disponibili ad oggi per questo tipo di problematica, quali il laser e la radiofrequenza’.

Anestesia addio

La nuova tecnica inventata da un gruppo di ricercatori americani permette così di eliminare le vene varicose senza l’utilizzo dell’anestesia. Un intervento non invasivo che provoca dolore al paziente. Questo, già il giorno successivo, potrà tornare a svolgere tutte le attività giornaliere. Ovviamente, le gambe dovranno essere coperte con calze elastiche per un po’ di tempo. Ecco perché l’intervento dovrebbe essere effettuato in inverno, o comunque quando non fa caldo. Danese, comunque, ha detto che l’estate è il momento migliore per programmarlo.

Il metodo americano per l’eliminazione delle vene varicose migliorerà la vita di tantissime donne, anche giovani, che ogni anno temono, in estate, di mostrare le loro gambe. Ci sono infatti donne piacenti ed avvenenti che devono fare i conti, giorno e notte, con le vene varicose e, per vergogna, finiscono per indossare i jeans anche in estate. A parte i disagi estetici, molte persone ricorrono al chirurgo per il dolore causato dalle vene varicose, una sofferenza spesso invalidante.

Cosa fare quando sulle gambe si notano tante e dolorose vene varicose? Beh, bisognerebbe recarsi subito dal proprio medico di famiglia o da un angiologo.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.