Dormire poco fa ingrassare: il sonno fa bene alla linea

By | 6 novembre 2016

Brutta notizia per chi dorme poco e male. Sembra che chi non ha un bel rapporto con Morfeo tenda ad ingrassare. La scoperta è stata fatta da un team di studiosi del King’s College di Londra. Pare che la perdita di ore di sonno porti ad assumere più calorie. Se, nel corso di una notte, si dorme meno del ‘quantum’ raccomandato, il giorno successivo si assumono circa 385 calorie in più.

Mancanza di sonno fa male alla silhouette

I ricercatori inglesi hanno esaminato vari studi, svolti in passato, sulla correlazione tra ore di sonno e forma fisica. Ebbene, al termine della ricerca è stato notato che, effettivamente, chi dorme poco tende a mangiare di più il giorno successivo, e quindi ad assumere una quantità maggiore di calorie. La carenza di sonno è dunque un danno per la silhouette. Numerosi studi hanno messo in evidenza i rischi derivanti dalla carenza di sonno. Molti studiosi sono concordi nel ritenere che dormire poco non danneggia solo la linea ma anche la memoria, la capacità di concentrazione e l’apparato cardiocircolatorio. Alcuni ritengono che dormire meno del dovuto faccia calare anche la fertilità.

Poco sonno può modificare fino a 700 geni

Una ricerca britannica del 2013 ha sottolineato che poco sonno può alterare fino a 700 geni. Questi dati sono ancor più allarmanti se si guarda la ‘situazione italiana’. Nel Belpaese, infatti, poche persone si concedono le 8 ore di sonno raccomandate dai medici. Secondo recenti indagini, gli italiani hanno perso mediamente 2 ore di sonno negli ultimi 30 anni.

30 anni fa, i teenager italiani dormivano mediamente 9 ore e mezza, ogni notte; oggi invece 7 e tre quarti. Stesso discorso per gli adulti, che 30 anni fa dormivano 7 ore e mezza. Oggi un adulto non dorme generalmente più di 6 ore e mezza.

Riportiamo alcuni degli effetti sgradevoli della mancanza di sonno:

  • Rischio di obesità
  • Rischio d’infarto
  • Aspetto fisico peggiora
  • Rischio di diabete
  • Diminuzione del tessuto cerebrale
  • Rischio di influenza
  • Problemi di memoria
  • Incremento del senso di fame
  • Rischio di neoplasie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.