News

Trapianto di reni eccezionale alle Molinette: donatore dializzato

trapianto-reni-donatore-dializzato-torinoL’ospedale Molinette di Torino torna a far parlare di sé per la sua eccellenza. Una donna ha ricevuto un rene da un donatore dializzato per insufficienza renale acuta. L’intervento è stato eseguito qualche settimana fa. Mai in Italia era stata eseguita un’operazione del genere. Il donatore è morto in un nosocomio piemontese per una malattia congenita. Prima di passare a miglior vita l’uomo era stato trasferito nel riparto di Rianimazione perché si era aggravata la sua funzione renale. I reni dell’uomo, in soldoni, non riuscivano più a funzionare correttamente. Si era resa perciò necessaria la dialisi.

L’eccellenza del Centro delle Molinette

I medici delle Molinette si erano resi conto, dopo la biopsia, che i reni del paziente dializzato avevano riportato danni significativi. Non si sono demoralizzati però, riuscendo a riattivarli e porli in condizione per essere trapiantati.

Il Centro delle Molinette ha una grande esperienza in campo nefrologico. Si è visto anche un paio di settimane fa, quando il team di esperti coordinato dal professor Luigi Biancone è riuscito a rivitalizzare i reni di un paziente dializzato, impiantandoli successivamente in una 60enne dializzata da 5 anni a causa di una nefropatia per calcolosi a stampo.

L’intervento delicato e arduo è stato eseguito presso la Terapia intensiva della Nefrologia del professor Biancone con standard farmacologici innovativi, per rendere vitale il rene trapiantato. Sono passati 15 giorni dall’operazione. La paziente gode di ottima salute ed è stata dimessa dal nosocomio torinese.

Trapianto di reni in Italia: i migliori ospedali

In cosa consiste il trapianto di reni? Si tratta di un intervento chirurgico consistente nell’asportazione di un rene sano da un donatore defunto o vivente e nell’impianto nella parte anteriore dell’addome della persona ricevente.

Oggi il trapianto di reni costituisce il migliore trattamento per le persone che soffrono di insufficienza renale cronica. Dopo il trapianto, infatti, i pazienti possono condurre nuovamente una vita normale perché la funzionalità dei reni è stata ristabilita. Ecco un breve elenco di alcuni dei migliori ospedali italiani dove si effettuano trapianti di reni:

  • IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico
    Milano (MI)
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale degli Spedali Civili di Brescia, Brescia (BS)
  • Policlinico Sant’Orsola – Malpighi, Bologna (BO)
  • Azienda Ospedaliera di Padova, Padova (PD)
  • Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena (SI)
  • Nosocomio Niguarda, Milano (MI)
  • Ospedale Molinette di Torino (TO)
  • Nosocomio Gemelli di Roma (RM)
  • Ospedale Ca’ Foncello – ULSS 2 Marca Trevigiana, Treviso (TV)

Reni: organi fondamentali

I reni, spesso trascurati dai pazienti, sono fondamentali per la sopravvivenza perché non solo consentono di eliminare i composti tossici con l’urina ma garantiscono l’equilibrio di parametri determinanti per il funzionamento del metabolismo. Sono svariate le patologie che possono ledere i reni e alterarne temporaneamente o durevolmente le funzionalità. In tali casi il paziente ha due alternative: la dialisi e il trapianto di rene.

Anche nel caso del trapianto di rene, bisogna garantire la funzionalità dell’organo trapiantato, quindi al paziente vengono somministrati farmaci immunosoppressori che tendono a modificare il sistema immunitario. Senza tali medicinali, il sistema immunitario cercherebbe di rigettare il nuovo rene.

Il Centro Nazionale dei Trapianti ha dichiarato che tra il 2000 e il 2005 in Italia sono stati effettuati 9139 trapianti di rene. Nel 92% dei casi i pazienti sono stati tornati al lavoro o comunque hanno ripreso a condurre una vita normale.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.